Preghiera del Fuoco

Venerdì 8 maggio, ore 20,00

Guida Loredana

 

Cari tutti,

riuniti insieme attorno al fuoco o dinanzi la luce di una candela,

lontani ma vicini chiudiamo gli occhi e diamoci virtualmente la mano formando un cerchio.

 

loredana

   

Visualizzazione silenziosa 

 

 

   In occasione della vicina festa della Mamma colgo e rielaboro brevemente delle riflessioni fatte in questi giorni da Don Paolo Scquizzato che ci spingono a riflettere sul concetto di Madre in Dio ed in noi.

 L'immagine/idea di Dio maschio, sicuramente è frutto dell'interpretazione fatta da una società "al Maschile" che lo vede Re, Padre, Signore degli eserciti etc., ma in tempi molto antichi, in cui le società erano matriarcali, la Divinità era immaginata Madre, Forza creatrice ecc.

  Dio, in quanto tale, non ha sessualità ma nella Sua essenza possiamo dire che è Padre e Madre insieme: è Forza Creatrice Infinita d'Amore.

 

fuocdef

   

Leggiamo da due mistici 

 

Giuliana di Norwich (Mistica della Gioia del XIV sec.)

 

   «Dio è il vero Padre e la vera Madre di tutta la natura e di tutte le nature che sono fatte per fluire fuori da Dio e così compiere la Volontà Divina, ricondotte a restaurare Dio»

 

Meister Echart (Filosofo e mistico tedescho del XIII sec.)

 

  «Lo Spirito Santo, la vita stessa di Dio, non genera dall'esterno ma genera dall'interno delle cose. Genera dalle nostre profondità, per cui tutti siamo madri di Dio» (in virtù dell'energia divina creatrice di cui siamo fatti)

 

 

Canto

   

Ubi Caritas

 

Ubi caritas et amor

ubi caritas Deu ibi est ( Tutta tre volte)

 

https://www.youtube.com/watch?v=X9e_QO1ATho

 

 

 

Preghiera del fuoco 

 

 

Noi siamo tutti passanti e pellegrini

Accendiamo dunque un fuoco all’incrocio

all’indirizzo dell’Eterno

Formiamo il cerchio e facciamo un tempio nel vento

Facciamo di questo luogo qualunque un tempio

Perché il tempo è giunto di adorare in spirito e verità,

di rendere grazie in ogni luogo e in ogni tempo.

Mettiamo un termine al tempo,

un centro alle tenebre esterne

e rendiamoci presenti al presente.

Questo presente che abbiamo invano inseguito nelle nostre giornate

mentre era lontano da noi nel momento in cui era,

eccolo davanti ai nostri occhi e nei nostri cuori, il presente

Il fuoco è il presente che brucia e brilla,

è il presente che prega.

Il fuoco è il sacrificio di ciò che brucia,

il calore della vita e la gioia degli occhi.

È la morte delle cose morte

E il loro ritorno alla luce.

Fuoco di gioia, sofferenza e gioia l’una nell’altra,

l’amore è la gioia nella sofferenza.

Il fuoco è la vita e la morte l’una nell’altra,

l’apparenza che si consuma e la sostanza che appare

Cantiamo gloria nella lingua del fuoco

evidente e chiara a tutti gli uomini.

E voi gente che passate sulla strada dei quattro venti

entrate nel cerchio e dateci la mano.

Soffia su di noi, Signore,

perché la nostra preghiera salga in fiamma.

Perché il nostro cuore di legno morto e di spine

e la sua breve e vacillante scintilla di vita

servano a nutrire un po’ la tua Gloria

AMEN

giulianadinorwich
fuocolanza
Come creare un sito web con FlazioCreare un sito e-commerce con Flazio